Passeggiate lungo le vie d'acqua Treviso

Candelù e il Piave

Candelù Piave
Km e Tempo di percorrenza: 7,0 km | 2,0 h
Dislivello in mt (somma di tutte le salite): 9mt
Difficoltà: Facile
Punto di partenza: Parcheggio dietro la Chiesa parrocchiale di Candelù
Descrizione breve: Dal centro di Candelù raggiungeremo l'area golenale che costeggia il fiume Piave e camminando lungo un bel sentiero arriveremo ad una spiaggetta di sassi che si affaccia sul fiume.
Passeggino/Carrozzina: No
Passeggiata  Palù di Mosnigo

Il percorso

Un giorno mentre stavo facendo rifornimento di vino, Chiara di Sessantacampi mi ha fatto questa domanda: ma Daniele perché non fai una bella passeggiata a Candelù? Detto fatto, con la mia truppa ci siamo messi all'opera e il Sabato successivo eravamo in cammino lungo il Piave.

Dal parcheggio situato dietro la Chiesa parrocchiale raggiungiamo la strada principale e andiamo a destra, Evelina nota nella rotonda antistante alcune piante di ulivo appena potate e volendo capire se ha potato bene i nostri 3 ulivi va subito a dare un occhio mentre io coi bimbi rimango nel piazzale della Chiesa.

La chiesa di Candelù ha una bella facciata con mattoni faccia vista e motivi geometrici. Marco Albino prova ad entrare ma purtroppo è chiusa. Nel frattempo Evelina si ricongiunge alla truppa e proseguiamo verso destra lungo il marciapiede di Via Julia.

Oltrepassiamo un ponticello con una bella vista su un torrente e poi deviamo verso destra e superiamo il il Capitello della Battaglia del Solstizio.

Imbocchiamo Via Medaglie d'Oro e continuiamo lungo questa strada poco trafficata fino ad arrivare ad un grande piazzale a lato di un cementificio. Samuele si lamenta che vuole venire in braccio ma dei merli che cercano qualcosa tra i campi, distolgono la sua attenzione.

Sebastian nota che il terreno dei campi è più sassoso del nostro e parte la lezione di geologia sulla natura alluvionale di questa pianura. Però il cementificio è molto più interessante e siamo talmente fortunati che una betoniera ci passa a fianco suonandoci il clacoson per salutarci.

Dal parcheggio del cementificio prendiamo il sentiero che si apre tra i rovi a destra e che costeggia il Piave, sebbene al momento non si veda e non si nota alcun segno di acqua che scorre.

Faccio vedere ai bimbi le impronte dei cavalli e le loro cacche. Ogni tanto dobbiamo andare a zigzag per evitare le pozzanghere e ovviamente le cacche. Dopo un po' vediamo il Piave e un fagiano che ci taglia la strada impaurito dal nostro baccano.

La natura si sta risvegliando, gli animali della campagna ricominciano a scorrazzare per i campi e gli uccelli migratori a ripopolare le nostre zone. Chiedo ai bimbi di provare a stare in silenzio così magari vediamo qualche altro animale.

Nella quiete sento e vedo il il Piave che scorre pimpante nel suo letto e mi viene in mente il grande fiume (il Po) dei film di Don Camillo che quando si arrabbiava portava via tutto: case, vigne, animali.

Purtroppo la "pace" dura pochi istanti, una lepre corre veloce tra i campi e delle anatre selvatiche o germani si alzano in volo.

Il sentiero sembra dividersi in due e in lontananza notiamo un argine alto che decidiamo di raggiungere (deviando un po' dal sentiero principale) per mangiare le patatine sotto un bel albero di noci. La vista da qui è proprio suggestiva e questo argine è fonte ineusauribile di scalate, discese e giochi.

Ma la spiaggetta sul Piave ci aspetta e ripartiamo seguendo l'argine e poi quando iniziano le erbacce camminiamo sul lato destra dell'argine (avendo le montagne alle spalle) fino alla fine.

Raggiunta la fine del campo andiamo a sinistra fino a ricongiungerci col grande sentiero di prima. Poi a destra e in men che non si dica siamo in vista del Piave.

Ce ne stiamo per quasi un'ora a lanciare sassi sul Piave, costruire castelli con i sassi e rilassarci.

Poi con grande dispiacere di tutti è tempo di tornare...altri 3.5km ci aspettano seguendo a ritroso il percorso dell'andata (potete evitare la deviazione verso il noce). Per fortuna abbiamo le caramelle che fanno tornare il buonumore e la voglia di fare altri due tre passi.

Prima di tornare a casa tappa alla Cantina Sessantacampi (a circa 2km) per ringraziare Chiara dell'idea e fare il carico di Raboso e Cabernet ;-)

Bevi vicino alla camminata

Cantina Luigino Zago Sessantacampi

Cantina Sessantacampi - i vini tipici del Piave

Raboso, Manzoni , Grapariol, Turchetta

vicolo C. Battisti n. 12 - Candelù di Maserada
Tel 0422 98426

Galleria Fotografica

Chiesa di Candelù
Chiesa di Candelù
Via Julia a Candelu
Via Julia a Candelu
Torrente
Torrente
Verso destra per Via Medaglie d'Oro
Verso destra per Via Medaglie d'Oro
Capitello Battaglia del Solstizio
Capitello Battaglia del Solstizio
Lungo Via Medaglie d'Oro
Lungo Via Medaglie d'Oro
Via Medaglie d'Oro
Via Medaglie d'Oro
Quasi al cementificio
Quasi al cementificio
Area cementificio
Area cementificio
A destra sentiero lungo il Piave
A destra sentiero lungo il Piave
Sentiero verso spiaggetta sul Piave
Sentiero verso spiaggetta sul Piave
Vista sul Piave
Vista sul Piave
Orma di cavallo
Orma di cavallo
il piave scorre
il piave scorre
A destra per raggiungere argine alto
A destra per raggiungere argine alto
Verso l'albero di noce
Verso l'albero di noce
Pic-nic sotto l'albero
Pic-nic sotto l'albero
Lungo argine verso spiaggia
Lungo argine verso spiaggia
Ultimi metri prima del Piave
Ultimi metri prima del Piave
Pic-nic al piave
Pic-nic al piave
E vai di Raboso
E vai di Raboso

Traccia Gps

Bevi vicino alla camminata

Cantina Luigino Zago Sessantacampi

Cantina Sessantacampi - i vini tipici del Piave

Raboso, Manzoni , Grapariol, Turchetta

vicolo C. Battisti n. 12 - Candelù di Maserada
Tel 0422 98426

Cosa vedere

Fiume Piave

Chiesa dei Santi Filippo e Giacomoedificata negli anni tra il 1920 e il 1924 presenta un pavimento a scacchiera illuminato da piccole finestrelle in corrispondenza dell'altare.

Punti di ristoro

Cantina Sessantacampi - Luigino Zago Via Cesare Battisti n. 12 a Candelù di Maserada - Tel. 0422 98426

Fontana in Piazza Edmondo de Amicis (vicino all'inizio della passeggiata).

Curiosità

L'originale Chiesa di Candelù fu distrutta durante la Grande Guerra. Candelù si trova lungo il fronte del Piave, linea di confine tra armate italiane e austroungariche.

Instagram #passeggiatetreviso
Condividi la tua esperienza con noi

Se ho il passeggino?

No problem, ecco una sezione di  passeggiate da fare in passeggino o in carrozzina

Nota Importante

Tutti i percorsi sono presentati nello stato di fatto in cui si trovano al momento della nostra camminata. PasseggiateTreviso.it non è collegata ai percorsi elencati e declina ogni responsabilità per eventuali errori ed omissioni presenti in questa guida.

Partners

Giusti Wine

Lasciamo il Segno ulss treviso

© 2024 PasseggiateTreviso | Daniele Genovese P.I. 04742720263